La mia Terra Vale

Stampa

Titolo progetto: LA MIA TERRA VALE

Il progetto “La mia terra vale” si svolge tra le province di Napoli e Caserta, in piena “terra dei fuochi”. Il progetto si propone di ribaltare il concetto di "terra dei fuochi", che è stato sinonimo di malattia, insalubrità, macro e micro delinquenza, costruendo una nuova immagine di un territorio sano,  vocato alle eccellenze alimentari e con un patrimonio rurale e paesaggistico unico al mondo.

L’obiettivo generale è promuovere, attraverso il coinvolgimento attivo dei giovani, una strategia di sviluppo locale basata sulla valorizzazione sostenibile ed integrata del territorio e delle sue eccellenze: il patrimonio storico, artistico e culturale, materiale e immateriale, l’ambiente, le produzioni agricole di qualità, il capitale umano.  Tale obiettivo viene perseguito mettendo al centro della strategia il Casale di Teverolaccio, una masseria del 1700 costruita intorno alla torre aragonese che risale al 1400.

Il Casale di Teverolaccio a Succivo è un importante bene culturale in un contesto agricolo: nel 1800 al mercato di Teverolaccio  si decidevano i prezzi del bestiame e dei formaggi. Il progetto si propone la riqualificazione ed il riposizionamento strategico del Casale di Teverolaccio, attraverso la creazione di attività e servizi per i giovani, volti a diversificare ed integrare le iniziative esistenti.

I pilastri del progetto sono: partecipazione attiva dei giovani e delle donne; inclusione sociale; creazione di network del terzo settore, promozione dell’agricoltura di qualità e del consumo di prodotti agricoli di qualità, rispetto dell’ambiente.

Gli obiettivi specifici:

- Realizzazione di eventi e iniziative con il coinvolgimento dei giovani che vivono e lavorano nel territorio, per realizzare un miglioramento della qualità della vita;

- Proseguire il processo di ristrutturazione del Casale di Teverolaccio, riqualificando gli spazi esterni che sono in comodato a Legambiente e che necessitano di ristrutturazione.

- Valorizzare la vocazione agroalimentare del territorio, promuovendo la filiera corta e la realizzazione di una comunità del cibo.

-  Promuovere l’inclusione sociale lavorativa, attraverso il coinvolgimento di giovani con disabilità, nelle attività di ristorazione e di degustazione di prodotti tipici, gestite dalla cooperativa sociale Terra Felix.

- Laboratori eco-didattici con le scuole del territorio, finalizzati a promuovere una coscienza ambientale ed il consumo critico.

I destinatari

I destinatari principali delle attività sono i giovani del territorio, gli studenti, i giovani imprenditori ed i giovani con disabilità. I destinatari indiretti sono: i cittadini del territorio, a cui sono rivolti gli eventi di promozione del progetto; le imprese agricole locali, che beneficeranno di un strategia  comunicativa di “marketing territoriale” rivolta a migliorare l’immagine del nostro territorio.

Le attività

Le attività progettuali sono volte alla creazione di una comunità inclusiva e consapevole  orgogliosa del patrimonio agricolo, agroalimentare e culturale del nostro territorio. Le attività prevalenti sono:

- Creazioni di legami territoriali, ciò attraverso attività dirette a creare e sostenere una rete di economia sociale, i cui nodi sono rappresentati dai giovani del territorio che diventano protagonisti della crescita economica sostenibile del nostro territorio. Le attività sono volte alla fruizione durevole, continuativa e sostenibile del Casale di Teverolaccio. Le attività in corso di realizzazione riguardano: la nascita di una “comunità del cibo” e l’avvio di un gruppo d’acquisto solidale; campi di volontariato rivolti ai giovani provenienti da tutta Italia; laboratori didattici e di ortoterapia con gli studenti delle scuole, inclusione sociale e lavorativa.

- officina dei sapori, attraverso attività dirette ai giovani incentrate sulla promozione dei sapori, delle eccellenze dell’enogastronomia locale e della filiera corta e puntando su diverse attività strettamente integrate tra loro e correlate con le iniziative che già insistono all’interno del Casale: realizzazione dei mercatini dei giovani produttori agricoli, attraverso la costituzione del Mercato della Terra;  tutela e valorizzazione dell’alberata aversana attraverso la costituzione di un Presidio Slow Food; realizzazione di un “officina dei sapori” per un’educazione consapevole al cibo del territorio, alle produzioni agricole che tutelano l’ambiente, i lavoratori e valorizzano il territorio.

Il partenariato

Il progetto La mia terra vale è strutturato in un ampio partenariato di enti del terzo settore altamente qualificati.

I partner del progetto sono:

- Slow food Campania www.slowfood.it/campania

- Disable People International – DPI Italia www.dpitalia.org

- Coop Terra Felix www.terrafelix.eu

Al progetto aderisce una rete esterna che sostiene alcune attività. Fanno parte della rete esterna : Consorzio mozzarella di bufala campana, Azienda vitivinicola Masseria campito, Federazione Speleologica Campana

Copyright 2011. Free joomla templates
Powered Vito Pezzella